ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare iraniano: aVienna la riunione dei 5 grandi della terra

Lettura in corso:

Nucleare iraniano: aVienna la riunione dei 5 grandi della terra

Dimensioni di testo Aa Aa

La riunione dei cinque Paesi membri del Consiglio di Sicurezza è considerata come una delle ultime chances negoziali per trovare una soluzione diplomatica alla crisi sul nucleare di Teheran.

A Vienna è giunta anche Condoleeza Rice, il segretario di Stato americano, che appena ieri aveva dichiarato che Washington è pronta a riprendere il dialogo diretto con l’Iran, se quest’ultimo sospende il programma di arricchimento dell’uranio. Apertura forte che è stata salutata positivamente dall’occidente. Il ministro degli esteri britannico Margaret Beckett: “La comunità internazionale è unita nel voler fare dei progressi, unita nel ritenere questa come una reale possibilità per l’Iran di negoziare insieme una soluzione alla crisi”. L’Iran si dice pronto al dialogo, ma non alle condizioni dettate da Washington.La propsta avanzata da Washington, per l’Iran, non porta nessuna novità. Teheran ha ribadito di non voler rinunciare a quello che ritiene un diritto naturale, non sospenderà il suo programma nucleare, un programma di ricerca che ha esclusivamente fini civili. L’occidente sospetta invece che dietro il programma di ricerca scientifica si nasconda un piano per costruire l’arma atomica. La proposta statunitense di tornare a dialogare campeggiava stamani sulle prime pagine di tutti i giornali iraniani. L’offerta degli Stati Uniti prevede anche incentivi economici se l’Iran accetterà la proposta.