ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rapporto Onu sull'Aids: emergenza in molti paesi malgrado la stabilizzazione globale

Lettura in corso:

Rapporto Onu sull'Aids: emergenza in molti paesi malgrado la stabilizzazione globale

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Aids è ancora in piena espansione in certe aeree del mondo. E’ il campanello d’allarme suonato dall’agenzia dell’Onu che coordina la lotta alla malattia in un rapporto pubblicato a pochi giorni dal 25 anniversario della scoperta del virus.

Oggi l’assemblea generale delle Nazioni Unite si riunirà in sessione speciale per fare il punto. “Dobbiamo continuare a essere vigilanti, raddoppiare i nostri sforzi, particolarmente nei confronti dei giovani e premere per la protezione delle donne”, ha detto il segretario generale Kofi Annan. Nel documento si fa un riferimento particolare alle prostitute, molte volte schiave e vittime di violenze e per giunta escluse dalle misure di protezione. La spesa globale per l’Aids è quintuplicata negli ultimi quattro anni ma non basta. “L’Africa sub-sahariana rimane la regione più colpita al mondo – dice l’epidemiologo Peter Ghys – Ma anche in altre regioni fuori dall’Africa è riconosciuto che l’epidemia si stia ancora espandendo. E’ il caso dell’Europa dell’Est e dell’Asia centrale o dell’estremo oriente”. Nella parte dell’Africa sotto l’equatore si concentra il 38% dei malati del mondo mentre metà delle persone morte di Aids lo scorso anno viveva lì.