ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Timor Est: è tornata la calma, ma scarseggiano i viveri

Lettura in corso:

Timor Est: è tornata la calma, ma scarseggiano i viveri

Dimensioni di testo Aa Aa

Una calma relativa è tornata oggi nella capitale di Timor est, dopo un weekend di rinnovata violenza in cui le truppe australiane, arrivate in aiuto ai militari locali, hanno ricomposto l’ordine con difficoltà.

Il problema più importante adesso è il saccheggio di botteghe e di magazzini, mentre i negozi restano chiusi e molti degli abitanti sono gia` alla fame. Il governo australiano ha annunciato l’aumento di aiuti umanitari fino a un milione e duecento mila euro che verranno usati per fornire acqua, tende e medicinali, e in parte saranno destinati a enti di assistenza per le migliaia di profughi. Il presidente Xanana Gusmao, ex leader della guerriglia che per 25 anni si è battuta contro l’occupazione indonesiana, ha fatto un appello alla calma e ha esortato i diversi gruppi etnici a cessare le ostilita` e riappacificarsi per il bene del Paese. I leader del governo di Timor Est si sono riuniti stamani in colloquio, mentre si moltiplicano le pressioni sul presidente perché riconosca il fallimento e chieda le dimissioni del governo del premier Mari Alkatiri. Quest’ultimo è accusato di non essere stato capace di gestire la crisi, nata in aprile con la diserzione di 600 soldati del gruppo etnico occidentale, che sono stati radiati dall’esercito.