ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: caos a kabul, dopo un incidente stradale. Numerosi morti

Lettura in corso:

Afghanistan: caos a kabul, dopo un incidente stradale. Numerosi morti

Dimensioni di testo Aa Aa

La normalità è di ritorno a Kabul, dopo violente manifestazioni, in particolare nei pressi all’ambasciata americana. La folla – diverse centinaia di persone – è stata dispersa dopo vari minuti di tensione: la polizia e l’esercito afghani, intervenuti in forze, hanno dovuto sparare in aria. Si è trattato di una reazione all’incidente nel quale, poco prima, erano rimaste uccise una quindicina di persone (una ventina secondo altre fonti), sempre a Kabul: la folla aveva attaccato un convoglio americano ed anche alcune auto della polizia afghana, intervenuta sul posto.
Uno dei veicoli del convoglio aveva investito varie automobili, uccidendo il conducente di una di queste. Il fatto aveva scatenato la reazione immediata contro lo stesso convoglio, e a quel punto sia i militari americani sia la polizia afghana hanno esploso numerosi colpi, teoricamente in aria. Ma, una volta dispersa la folla, sono rimasti a terra i cadaveri. Un portavoce americano ha promesso un’inchiesta, ed ha assicurato che le vittime saranno risarcite. O i loro parenti. Oltre ai morti, si contano una trentina di feriti. Non è chiaro per ora chi abbia sparato sulla folla, o se si sia trattato di colpi in ricaduta. Mentre la folla si dirigeva verso l’ambasciata americana, il presidente ed i leader dei principali movimenti politici invitavano alla calma. Qualcuno tra la folla urlava: “Vogliamo che gli americani se ne vadano, odiamo l’America, non hanno senso di responsabilità, guidano in città uccidendo delle persone innocenti”. Poi, la situazione è gradualmente tornata alla normalità.