ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Timor Est: l'esercito australiano riconquista la capitale Dili

Lettura in corso:

Timor Est: l'esercito australiano riconquista la capitale Dili

Dimensioni di testo Aa Aa

I punti strategici di Dili, capitale di Timor Est, sono sotto il controllo dei soldati australiani. Il contingente di 1300 effettivi ha riconquistato l’aeroporto, il porto, il quartier generale delle Nazioni Unite e la sede della Polizia, strappandoli alle bande rivali che da sabato hanno messo a ferro e fuoco la capitale.

L’ex colonia portoghese, che ha ottenuto l’indipendenza nel 2002 dopo 25 anni di dominazione indonesiana, è a un passo dalla guerra civile. All’origine degli scontri la repressione, lo scorso 28 aprile, di una manifestazione a sostegno di 600 soldati licenziati dall’esercito per aver denunciato discriminazioni. Le proteste si sono trasformate in guerriglia tra forze dell’esercito effettivo e soldati ribelli. Finora sono una 20ina i morti accertati. Solo l’intervento dei soldati australiani, neozelandesi e malaysiani ha permesso di circoscrivere gli episodi di violenza. Continuano, però, gli incendi delle auto e le evacuazioni della popolazione dai quartieri piú a rischio. Timor est è il paese piú povero dell’Asia. L’Onu ha deciso di far rientrare il proprio personale non essenziale.