ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I danni maggiori a Jogjakarta, città industriale. Mobilitata la comunità internazionale

Lettura in corso:

I danni maggiori a Jogjakarta, città industriale. Mobilitata la comunità internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Epicentro del sisma la città universitaria di Jogjakarta. La scossa non è stata particolarmente forte, 6,2 gradi della scala Richter, ma gli effetti sono stati devastanti. Volontari indonesiani continuano a distribuire cibo e generi di prima necessità. Anche la comunità internazionale si è mobilitata: aiuti stanno giungendo da tutte le parti del mondo. Le Nazioni Unite hanno messo a disposizione le proprie squadre di coordinamento. L’Unione europea ha stanziato 3 milioni di euro. A Bantul, la località piú colpita, non è rimasto in piedi quasi nulla. “Il mio negozio è stato completamente distrutto – spiega questo commerciante – abbiamo chiesto ai sopravvissuti di darci una mano a salvare il salvabile e metterlo a disposizione della comunità”.

Nelle zone colpite dal terremoto manca tutto: cibo, acqua, tende, medicinali, coperte, elettricità. L’esercito è impegnato a riparare la pista dell’aeroporto di Jogjakarta, per consentire l’atterraggio degli aerei che trasportano gli aiuti. La popolazione, per il momento, dorme all’aperto.