ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca: bloccato dalla polizia e dai disordini il primo gay pride russo

Lettura in corso:

Mosca: bloccato dalla polizia e dai disordini il primo gay pride russo

Dimensioni di testo Aa Aa

Represso con violenza questo sabato a Mosca il primo gay pride della storia della Russia.

La marcia per i diritti degli omosessuali e contro la discriminazione, non era stata autorizzata. Il leader della protesta, il 28 enne Nikolai Alexeyev e un centinaio di manifestanti sono stati arrestati dalla polizia. Gli attivisti del gay pride intendevano deporre alcuni fiori sulla tomba del milite ignoto, poco lontano dal Kremlino. Ma la polizia ha circondato il centro della capitale. Militanti cristiano ortodossi, tra i quali alcune donne che cantavano inni, hanno cercato di bloccare la marcia, al grido di “Mosca non è Sodoma”. La polizia ha tentato di separare i gruppi di manifestanti, quando alcuni skinheads si sono lanciati sulla folla. Una ventina di loro sono stati arrestati. L’omossessualità non è più un crimine in Russia dal 93, ma continua ad essere oggetto di discriminazioni.