ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Java: dopo il terremoto, la paura dello tsunami

Lettura in corso:

Java: dopo il terremoto, la paura dello tsunami

Dimensioni di testo Aa Aa

Subito dopo la scossa sismica più forte, si è scatenato il panico: la gente si è riversata nelle strade, gridando “tsunami”. Si è rapidamente sparsa la voce di un’imminente onda gigante, che nella stessa zona lasciò un segno pesantissimo del proprio passaggio, un anno e mezzo fa. Ma erano voci senza fondamento, questa volta il sisma non è stato tanto potente da scatenare uno tsunami. Si era pensato anche che il vicino vulcano Merapi avesse influito sul sisma: questo è stato smentito dai sismologi, ma potrebbe essere vero il contrario, il terremoto potrebbe cioè aver contribuito all’incremento dell’attività del vulcano. Dalle campagne continuano ad affluire feriti e senzatetto: tra non molto scarseggeranno acqua e medicinali, e a quel punto si comincerà a temere il diffondersi di epidemie. Per questo, è fondamentale che gli aiuti internazionali arrivino al più presto.