ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, prima riunione del nuovo governo guidato dallo sciita al-Maliki

Lettura in corso:

Iraq, prima riunione del nuovo governo guidato dallo sciita al-Maliki

Dimensioni di testo Aa Aa

Il massimo della forza contro il terrorismo, ed un calendario oggettivo per la partenza delle truppe straniere dall’Iraq. Sono due degli impegni programmatici del nuovo premier iracheno, lo sciita Nuri al-Maliki, ribaditi nel corso della prima riunione del governo di unità nazionale.

Un governo che arriva quasi cinque mesi dopo le elezioni politiche, e che risulta ancora privo dei dicasteri degli Interni e della Difesa, assegnati ad interim, e che non impedisce certo alla violenza di continuare a insanguinare il paese. Nelle stesse ore in cui il nuovo governo si riuniva, si contavano almeno tre attentati nella capitale Baghdad. Solo uno di questi, contro un affollato ristorante, ha ucciso tredici persone e ferite diciotto. Una guerra civile strisciante, davanti alla quale l’intenzione del nuovo capo del governo di “restituire allo stato il monopolio dell’uso della violenza” rischia di restare una chimera.