ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania 2006: polemiche sull'accoglienza dei fan di colore

Lettura in corso:

Germania 2006: polemiche sull'accoglienza dei fan di colore

Dimensioni di testo Aa Aa

“La Germania cosmopolita è ben preparata a ospitare la coppa del mondo”. Lo dice Angela Merkel, lo fa capire il video promozionale dei mondiali, ma a meno di tre settimane dall’evento è polemica sulla sicurezza dei fan di colore che raggiungeranno il paese. “Meglio non andare in alcuni posti del Brandeburgo se si ha un altro colore di pelle”. Le dichiarazioni dell’ex portavoce governativo Uwe-Karsten Heye hanno scatenato la bufera nel Land ex comunista nel nord est della Germania.

Rappresentanti del governo regionale hanno parlato di “diffamazione ingiustificata”. Il premier del Brandeburgo, Matthias Platzeck: “La dichiarazione di Heye non aiuta nessuno. Non descrive la situazione e annulla i suoi stessi sforzi nell’incoraggiare chi lotta contro l’estremismo di destra”. Karsten Heye, presidente dell’associazione contro il razzismo, “A volto scoperto”, ha ribadito che alcune località non solo nell’ex Germania comunista, restano off limits per gli stranieri. Sebastian Edathy, presidente della commissione interni al Bundestag: “Io eviterei alcune zone di certe città a determinate ore. Devi essere cauto se hai la pelle nera. Non è bello, ma bisogna riconoscere il problema e credo che sia corretto comunicarlo alle persone che ospiteremo”. Ad aprile un etiope con passaporto tedesco fu ridotto in fin di vita da un gruppo di neonazisti a Potsdam, capoluogo del Brandeburgo, Dal ’90 le vittime della violenza dei militanti di estrema destra sono stati un centinaio.