ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Acciaio, partita ufficialmente Opa Mittal su Arcelor

Lettura in corso:

Acciaio, partita ufficialmente Opa Mittal su Arcelor

Dimensioni di testo Aa Aa

Il destino del colosso europeo dell’acciaio Arcelor si deciderà nelle prossime sei settimane. Ottenuto il via libera dalle autorità antitrust di Belgio, Francia e Lussemburgo, è partita ufficialmente l’Opa di Mittal Steel, e questo nonostante l’ostilità del management di Arcelor, che aveva da subito giudicato insufficiente l’offerta della rivale.

Quella tra i due giganti è una lotta basata sui numeri: il valore attuale dell’offerta di acquisto di Lakshmi Mittal è di circa 18 miliardi di euro, 4,5 in contanti e poco meno di 14 miliardi in azioni. Il periodo dell’Opa – durante il quale gli azionisti di Arcelor dovranno esprimere la loro decisione – va dal 18 maggio al 29 giugno.

Pierre Nothomb, analista belga di Deminor, ha ipotizzato questo scenario: “Per avere il controllo della società, Mittal deve ottenere piu’ del 50% del capitale di Arcelor. Ma le cose sono piu’ complesse, perché Mittal potrebbe ottenere meno del 50% ma decidere di mantenere ugualmente tale quota e restare nel capitale del gruppo.

Negli ultimi mesi i dirigenti di Arcelor hanno cercato in tutti i modi di convincere gli azionisti a bocciare l’Opa della concorrente, la cui offerta attuale è inferiore del 10% rispetto al prezzo delle azioni di Arcelor.

Il futuro del gruppo europeo dipenderà soprattutto dai piccoli azionisti che insieme detengono l’86,5% del capitale, e a cui Arcelor ha promesso un aumento del dividendo e un riacquisto azionario. Mittal, dal suo canto, ha promesso di creare un leader con 320 mila dipendenti in grado di produrre il del 10% dell’acciaio globale.
La risposta si conoscerà il 13 luglio prossimo.