ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Festival di Cannes, un business per alberghi e turismo

Lettura in corso:

Festival di Cannes, un business per alberghi e turismo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ considerato il più importante festival cinematografico e, soprattutto, il più importante mercato mondiale di film. A Cannes si ritrovano, ogni anno, tutti coloro che vivono di cinema: produttori, distributori, promotori. Nella passata edizione se ne sono contati 9000, di 83 differenti Paesi.
I più fortunati potranno soggiornare in uno dei palazzi che si affacciano sulla celebre Croisette.
All’hotel Carlton risiederà l’ospite più importante: il presidente della giuria di Cannes 2006. La direzione dell’albergo l’accoglierà con questo biglietto: “Signor Wong Kar Wai e signora, benvenuti in quella che sarà la vostra residenza a Cannes per 15 giorni”.
Il regista di “Angeli perduti”, “In the mood for love” e “2046”, è il primo cinese a presiedere la giuria.
Gli hotel più famosi della Croisette si contendono gli attori più popolari. D’altronde, il festival è un business fondamentale per una città che vive di glamour. Ecco cosa dice Eric Boonstoppel, direttore generale del Majestic.
“Saremo ancora noi a organizzare, anche quest’anno, la cena di chiusura, con 700 persone nel salone degli ambasciatori e 800 in spiaggia. Un grande sforzo logistico, che deve essere compiuto senza pregiudicare la qualità dei prodotti, appannaggio di case come la nostra”.
Anche stavolta, insomma, i giorni del festival sono destinati a dare a Cannes quella carica che ne fa un’attrattiva turistica per migliaia di visitatori, tutto l’anno.