ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile: la ribellione del crimine organizzato dalle prigioni alla strada

Lettura in corso:

Brasile: la ribellione del crimine organizzato dalle prigioni alla strada

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta in tre giorni di disordini, nella regione di Sao Paulo, la ribellione contro la polizia colpisce obiettivi civili. Il bilancio sfiora gli 80 morti. La scorsa notte sono stati incendiati una settantina di autobus, sono state attaccate banche, una stazione della metropolitana. Un autista:

“Hanno preso i soldi dalla cassa, tre uomini mi hanno puntato le loro armi cotro il volto, hanno preso tutto quello che c’era sull’autobus e hanno apiccato il fuoco”. Secondo le autorità, questa fiammata di violenza sarebbe stata causata dal trasferimento di 765 detenuti la scorsa settimana, verso una prigione ad alta sicurezza. Rodrigo Pinho, procuratore generale dello stato di Sao Paulo: “Questi leader del traffico di stupefacenti dovevano essere trasferiti già da tempo, in base alla richiesta di trasferimento del pubblico ministero”. Le ribellioni nelle carceri si sono estese da Sao Paulo agli stati del Paranà e del Mato Grosso, con un numero ancora indeterminato di ostaggi. Secondo la polizia gli attacchi sono coordinati da “primo commando della capitale”, principale organizzazione criminale di Sao Paulo.