ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Belgio, follia e razzismo armano la mano di uno skin: due morti

Lettura in corso:

Belgio, follia e razzismo armano la mano di uno skin: due morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Belgio sconvolto da un altro atto di violenza estrema, messo a segno nella seconda città del Paese, Anversa. Uno skinhead di diciotto anni ha ucciso a colpi di fucile una donna africana e la bambina di nove anni che era con lei e ha ferito gravemente una donna turca. Il giovane è stato bloccato da un poliziotto, che gli ha sparato al suo rifiuto di deporre l’arma. L’assassino è ricoverato in ospedale ma non è in pericolo di vita. Una settimana fa, a Bruges, un commando di skinhead aveva picchiato un uomo francese di colore, mentre Bruxelles è ancora sotto choc per il recente omicidio di un giovane studente.

E’ un atto orribile – ha detto il primo ministro Guy Verhofstadt – una forma estrema di razzismo che deve far prendere coscienza a ogni cittadino di dove possono portare le idee di estrema destra. Voglio anche – ha aggiunto – lanciare un appello a tutte le comunità del nostro Paese, a nome del governo, affinché reagiscano con moderazione a questo crimine vigliacco. Anversa è una delle roccaforti dell’estremismo di destra, che ha raccolto un terzo dei voti nelle elezioni locali di sei anni fa. Il partito Vlams Belan (l’ex Vlams Block) ha comunque espresso sdegno, definendo l’accaduto un vile assassinio.