ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice Ue-America Latina: è scontro sulla nazionalizzazione degli idrocarburi

Lettura in corso:

Vertice Ue-America Latina: è scontro sulla nazionalizzazione degli idrocarburi

Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre con uno scontro sulla nazionalizzazione degli idrocarburi in Bolivia, il quarto vertice fra Unione europea e America Latina a Vienna.
L’Austria ospita il summit, che durerà fino a sabato, in quanto presidente di turno dell’Unione europea. Prima dell’inizio dei lavori, il ministro degli
esteri Ursula Plassnik ha detto che la Bolivia deve “chiarire” le conseguenze della nazionalizzazione annunciata il primo maggio dal presidente Evo Morales.
Si riferiva a una dichiarazione rilasciata alla stampa poco prima dallo stesso Morales, che scartava la possibilità di un risarcimento delle compagnie
straniere.

Il leader boliviano ha giustificato così la sua politica: “Se i popoli indigeni, o io in quanto presidente, siamo arrivati fino a questo punto, non è per vendicarci di qualcuno. Io sono qui per portare la speranza al mio popolo, e soprattutto per difendere i popoli storicamente emarginati, umiliati, odiati, disprezzati e perfino minacciati d’estinzione”.

Il vertice ha comunque raggiunto un primo risultato: un’intesa fra Bruxelles e
l’America centrale per l’avvio di negoziati su un accordo di libero scambio.
Proprio il tipo di accordi denunciati dal “vertice alternativo” organizzato da Ong e new global, dove sono attese circa 5 mila persone.