ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ntl: tagli per 6 mila posti di lavoro

Lettura in corso:

Ntl: tagli per 6 mila posti di lavoro

Dimensioni di testo Aa Aa

Ntl taglierà 6 mila posti di lavoro. Dopo l’acquisizione della rivale Telewest, l’operatore via cavo britannico ha deciso di ridurre di un terzo i suoi dipendenti, al fine di risparmiare circa 360 milioni di euro entro la fine del 2007.

Sia Ntl che Telewest godono già di una reputazione piuttosto controversa per quanto riguarda il servizio alla clientela. L’analista Angel Dobardziez:

“Chiaramente questi sono tagli dei costi drastici – si tratta di un terzo dei dipendenti – con una parte in outsourcing. Il servizio clienti potrebbe dunque peggiorare. Invece di migliorare la reputazione di Ntl, potrebbe uscirne danneggiata”.

Ntl, cresciuta durante il boom di internet, si è trovata in difficoltà allo scoppiare della “bolla”: con un giro d’affari di quasi tre miliardi di euro e 12 milioni di utenti, la maggiore società televisiva via cavo della Gran Bretagna ha perso nel 353 milioni di euro nel 2005. Il suo debito accumulato è di 3 miliardi e 300 milioni di euro.

Per far fronte alla concorrenza di rivali come la tv satellitare Sky, Ntl ha deciso di acquistare la Virgin, aggiungendo così la telefonia mobile alla sua gamma di prodotti. Una buona mossa secondo l’esperto Chriss Williams.

“Ci sono due cose. Ntl, con questa acquisizione, è ora in grado di offrire la telefonia mobile ai clienti, oltre a telefonia fissa, televisione digitale e banda larga. In secondo luogo, c‘è la possibilità di rendere più vitale il marchio Ntl e di beneficiare del buon servizio alla clientela e della buona esperienza in questo settore della Virgin”.

E l’acquisto di Virgin ha già portato i primi frutti: Quest’anno sono cresciuti infatti del 34,9 per cento gli utenti Ntl, che hanno approfittato del pacchetto tre servizi: che comprende televisione, banda larga e telefono.