ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettera di Ahmadinejad a Bush: "Parliamo"

Lettura in corso:

Lettera di Ahmadinejad a Bush: "Parliamo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha inviato una lettera al presidente Bush proponendo alternative per uscire dalla crisi internazionale innescata dal piano nucleare di Teheran.

Il contenuto della missiva non è conosciuto nei dettagli, sarà reso pubblico solo quando la lettera, affidata all’ambasciata svizzera a Teheran, sarà ricevuta dalla Casa Bianca. Da Ankara, dove è in visita, il capo dei negoziatori iraniani per il nucleare, Ali Larijani, ha affermato che nella lettera non vi è un ammorbidimento della posizione iraniana, che fino a ora ha respinto la richiesta della comunità internazionale di interrompere il programma di arricchimento dell’uranio. E per il momento d’oltreoceano la sola reazione è del direttore nazionale dell’intelligence statunitense John Negroponte. Negroponte ritiene che la lettera sia stata pensata per cercare di influenzare il dibattito in Consiglio di Sicurezza all’Onu sul contenzioso nucleare iraniano. Si è aperta infatti a New York la riunione dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu più la Germania per riuscire a elaborare una bozza di risoluzione che metta d’accordo tutti.