ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Blair sconfitto alle amministrative decide un rimpasto-lampo del governo

Lettura in corso:

Blair sconfitto alle amministrative decide un rimpasto-lampo del governo

Dimensioni di testo Aa Aa

La sconfitta dei laburisti alle amministrative di ieri in Inghilterra provoca un rimpasto-lampo del governo, e non senza sorprese. Prima fra tutte l’uscita dall’esecutivo del ministro degli Esteri Jack Straw e la divisione in due del suo dicastero. Margaret Beckett, già ministro per l’Ambiente, assumerà la guida del Foreign Office, mentre per le relazioni con i paesi europei si prevede l’istituzione di un nuovo ministero.

Esce dal governo il ministro dell’Interno Charles Clarke, per settimane accusato dalla stampa popolare di non aver impedito le scarcerazioni facili di numerosi immigrati poi tornati a delinquere. Una vicenda cavalcata dalle opposizioni in campagna elettorale. Salva l’incarico ma non tutte le funzioni a lui assegnate invece il vicepremier John Prescott, costretto nei giorni scorsi ad ammettere una relazione extraconiugale con la sua segretaria. In bilico anche l’incarico della titolare della Pubblica istruzione. Quello di oggi è il più radicale rimpasto di governo attuato da Tony Blair, al potere ormai da nove anni. Del premier resta ancora incerto tuttavia il futuro politico. Secondo molti osservatori, la sconfitta di ieri potrebbe accellerare il previsto passaggio di consegne da Blair a Gordon Brown, da tempo indicato come il suo successore a Downing Street.