ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Warner Music respinge le advances di Emi

Lettura in corso:

Warner Music respinge le advances di Emi

Dimensioni di testo Aa Aa

Warner Music non ne vuole sapere delle reiterate proposte di matrimonio avanzate da Emi. L’etichetta americana, numero 4 al mondo, controllata dal fondo di investimenti Bronfman, ha respinto l’offerta di acquisto presentata dalla britannica Emi, che nella classifica delle major musicali occupa la terza posizione.

Emi ha offerto 3,3 miliardi di euro per la fusione, 22,60 euro ad azione, ma si è sentita rispondere no, il terzo in 5 anni di advances.

Nonostante lo scarso entusiamo di Warner Music alle nozze, Emi non intende ritirarsi. Il consiglio di amministrazione continua a ritenere l’acquisizione dell’etichetta americana un obiettivo strategico.

Dalla fusione tra la terza e la quarta casa discografica mondiale nascerebbe una major in grado di competere con i due attuali colossi del settore, Universal Music e Sony.

Emi ha in catalogo artisti del calibro di Coldplay e Robbie Williams. Il nome più prestigioso di Warner è invece Madonna.