ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: festa del 1 maggio in un clima d'incertezza socio-politica

Lettura in corso:

Francia: festa del 1 maggio in un clima d'incertezza socio-politica

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia celebra la Festa del Lavoro sulla falsa riga della ritrovata unità sindacale all’indomani dell’abolizione del Contratto di Primo Impiego (Cpe).

Nelle piazze di Parigi, Strasburgo, Tolosa, Marsiglia – dove si sono tenute le principali manifestazioni – s‘è riversato il fitto intreccio di tensioni sociali da un lato e politiche dall’altro che ha segnato le cronache degli ultimi giorni. Il braccio di ferro che per oltre due mesi ha contrapposto sindacati e studenti al Primo Ministro Domenique De Villepin sul controverso Cpe, poi ritirato, è stato in un certo senso il capitolo introduttivo della battaglia in vista dell’elezioni presidenziali del 2007. De Villepin sconta un indebolimento che non deriva soltanto dal disagio di tipo sociale reso evidente dalla crisi delle banlieues di novembre, ma anche dalla tensione politica che lo contrappone al Ministro degli Interni Nicolas Sarkozy. A trarre vantaggio da questa situazione potrebbe essere il Fronte Nazionale di Jean-Marie Le Pen candidato alle presidenziali, come già nel 2002, e che oggi ha tenuto il tradizionale discorso del primo maggio a Parigi. La sua parola d’ordine, come sempre: a casa la classe politica che non risolve i problemi del lavoro e dell’immigrazione.