ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La sorte della monarchia nepalese nelle mani del parlamento

Lettura in corso:

La sorte della monarchia nepalese nelle mani del parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

L’assemblea si è pronuncita all’unanimità per la convocazione di un’asseblea costituente in cui venga deciso l’avvenire del regno hymalaiano di Gyanendra.

Oggi il primo ministro Girija Prasad Koirala ha prestato giuramento al palazzo reale di fronte a re Gyanendra. Le sue prime parole sono andate ai maoisti, ai quali ha chiesto di rinunciare alla violenza andando oltre i tre mesi di tregua annunciati dalle milizie. Le milizie di estrema sinistra, dopo 10 anni di lotta armata, intendono partecipare alle consultazioni per rinnovare il parlamento e variare la carta costituzionale abolendo la monarchia. Re Gyanendra ha ceduto la settimana scorsa alle richieste dei sette principali partiti del paese, restituendo venerdì i poteri al parlamento, sciolto nel 2002, dopo settimane di proteste di piazza finite con 15 morti e migliaia di feriti. L’anno scorso il re aveva licenziato il governo assumendosi i pieni poteri, in qunato riteneval’esecutivo incapace di sedare la ribellione maoista.