ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: legge sull'immigrazione. Esame in Parlamento martedì ma è già polemica

Lettura in corso:

Francia: legge sull'immigrazione. Esame in Parlamento martedì ma è già polemica

Dimensioni di testo Aa Aa

È scontro in Francia alla vigilia dell’esame parlamentare della nuova legge sull’immigrazione. Il governo di centrodestra ha presentato un progetto che nega il principio di accoglienza e mette in avanti quello della scelta degli immigrati in base alle competenze.

“Quando qualcuno vuole venire in Francia – ha detto il ministro dell’interno Nicolas Sarkozy – per noi è una ricchezza. E voglio dire ai francesi: la diversità non è un rischio, è un’opportunità. Ma quando chiediamo a qualcuno di venire in Francia il minimo che possiamo chiedergli è di amare la Francia. Di rispettarla. Se non si riesce ad amarla, a capire le nostre leggi, allora non si è obbligati a restare in Francia”. Le gerarchie religiose cattoliche e protestanti hanno voluto incontrare il premier de Villepin per chiedergli di modificare il progetto. “Bisogna trovare un equilibrio tra la fermezza e l’umanità”, ha detto Monsignor Ricard. A Parigi questo sabato è stata organizzata una manifestazione da parte di associazioni, sindacati e partiti di sinistra al grido di “no all’immigrazione usa e getta”. “A Sarkozy rispondo che se non ama la Francia allora è lui che se ne deve andare”, ha detto Clementine Autain assessore al comune di Parigi”. “Che legge c’era in Francia quando il signor Sarkozy è nato da emigranti come noi?” chiede polemicamente un manifestante. Il ministro dell’interno, figlio di genitori ungheresi, è accusato di strizzare l’occhio agli elettori dell’estrema destra in vista delle elezioni presidenziali dell’anno prossimo alle quali sarà candidato.