ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ahmadinejad va avanti per la sua strada e respinge gli ultimatum dell'Onu

Lettura in corso:

Ahmadinejad va avanti per la sua strada e respinge gli ultimatum dell'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Avanti senza esitazioni. Mahmud Ahmadinejad resta sordo alle esigenze dell’Onu sul programma nucleare iraniano. Il presidente della Repubblica islamica ha detto che l’Iran “non avrà mai colloqui con nessuno sui suoi legittimi diritti a usare pacificamente dell’energia nucleare”, tra cui quello di arricchire l’uranio.

“Noi vogliamo invece – ha aggiunto – avviare colloqui, da pari a pari, con gli altri Paesi che possiedono la tecnologia per l’arricchimento per decidere le politiche da seguire”. Nel rapporto presentato dall’agenzia atomica internazionale si dice chiaramente che l’Iran non ha rispettato le richieste dell’Onu. Il direttore dell’Aiea El Baradei ha presentato il dossier al Consiglio di Sicurezza che la settimana prossima voterà una risoluzione che crei l’obbligo legale per l’Iran di rispettare le decisioni dell’Agenzia. Ma l’annuncio non ha intimidito l’Iran. Secondo il vice capo dell’agenzia iraniana per l’energia nucleare teheran vuole installare 3000 centrifughe supersoniche entro un anno per arrivare alla produzione di massa di uranio arricchito.