ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In carcere il leader dell'opposizione anti Lukashenko

Lettura in corso:

In carcere il leader dell'opposizione anti Lukashenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha passato la prima notte in cella, e ci resterà almeno due settimane, il leader dell’opposizione bielorussa Alexandr Milinkevich. L’ex candidato presidente è stato arrestato per il corteo dell’altro-ieri in occasione del ventesimo anniversario di Chernobyl. Da una finestra del tribunale è riuscito a spiegare: “Mi hanno detto che la manifestazione era fuori legge e io ho ribattuto che invece era legale e che la polizia non ha intimato lo scioglimento”.

Milinkevich è stato poi portato in carcere, dove l’hanno raggiunto anche altri oppositori condannati per lo stesso motivo. L’Unione Europea, l’Osce, la Nato e gli Stati Uniti hanno protestato per la sentenza. Settemila persone avevano sfilato mercoledì a Minsk per commemorare il distrastro nucleare di Chernobyl. Un’iniziativa trsformata ben presto nella più imponente protesta contro il presidente Lukashenko dalle contestazioni post-elettorali del mese scorso. Alcuni dimostranti, secondo le accuse mosse agli organizzatori, avrebbero deviato dal percorso autorizzato. Milinkevich e gli altri sono stati condannati sulla base delle testimonianze di due ufficiali di polizia.