ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Bielorussia la repressione governativa si inasprisce

Lettura in corso:

In Bielorussia la repressione governativa si inasprisce

Dimensioni di testo Aa Aa

Il leader dell’opposizione democratica Aleksander Milinkevich è stato arrestato stamani e condannato a 15 giorni di carcere per aver partecipato alla marcia con cui ieri sono state commemorate le vittime di Cernobyl.

Il corteo era autorizzato, e come tutte le manifestazione per ricordare la strage nucleare, ben tollerato dalle autorità governative. Ma stando alla polizia, a un certo punto la marcia ha percorso un tracciato diverso da quello previsto e sono apparsi striscioni di contestazione al regime. Un rappresentante della minoranza condanna l’arresto: “Vuol dire che tutti i leader dell’oposizione sono dei teppisti, tutto è fuori legge”. La manifestazione di ieri ha fatto seguito al tentativo da parte delle opposizioni, non riuscito nelle settimane scorse, di rovesciare Lukashenko che da 14 anni governa con il pugno di ferro il paese e che, grazie a una riforma costituzionale, ha potuto correre per un terzo mandato presidenziale alle elezioni di marzo.