ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paloma è libera. L'orso bruno è tornato nei monti

Lettura in corso:

Paloma è libera. L'orso bruno è tornato nei monti

Dimensioni di testo Aa Aa

Paloma è ritornata tra i monti. L’orso bruno catturato nelle montagne slovene per ripopolare i Pirenei doveva essere rilasciato nelle vicinanze del villaggio francese di Arbas verso le 20 di ieri, ma le forti proteste degli abitanti hanno fatto cambiare i piani.

Trasportata qualche chilometro più a sud, Paloma è stata rilasciata a notte fonda. L’operazione infatti doveva svolgersi nella più assoluta tranquillità per non turbare l’animale, che porta al collo un sensore, attraverso il quale i ricercatori seguiranno i suoi spostamenti. Paloma è il primo di cinque orsi che verranno portati nei Pirenei, quattro femmine e un maschio, entro il 15 giugno, malgrado la forte opposizione degli allevatori e di una parte della popolazione locale. “È un animale che uccide a qualche metro dalle nostre case, in questa zona, è la realtà, non è un’immagine che vogliamo dare”. Ma non tutti sono contrari: .“Ci sono sempre stati degli orsi in questa zona, non vedo perché la gente si opponga”. Eppure ieri gli abitanti delle valli dell’Ariege si sono dati appuntamento e hanno impedito che Paloma venisse liberata lì dove era previsto, malgrado l’operazione fosse stata condotta con discrezione e il dispiegamento di 150 agenti delle forze dell’ordine. .