ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare iraniano, cresce la tensione tra Teheran e Washington

Lettura in corso:

Nucleare iraniano, cresce la tensione tra Teheran e Washington

Dimensioni di testo Aa Aa

A due giorni dalla presentazione al consiglio di sicurezza dell’Onu del rapporto sul nucleare iraniano, la tensione aumenta. A Teheran, la massima carica religiosa, l’ayatollah Ali Khamenei, ha minacciato gli Stati Uniti di attacchi terroristici se provassero a invadere militarmente il paese. “L’Iran non ha mai cominciato una guerra” ha detto Khamenei, “ma lo stesso siamo pronti a rispondere alle aggressioni”.

Dal canto loro, gli Stati Uniti restano determinati ad agire per impedire che Teheran possa dotarsi della tecnologia necessaria a costruire la bomba atomica. “Sappiamo, dalle dichiarazioni iraniane”, ha detto ad Ankara la segretaria di stato Usa Condoleezza Rice, “che il programma nucleare dovrà essere condiviso con altri paesi. Un motivo in più per impedire la diffusione di queste tecnologie pericolose”. Sul rapporto che il direttore dell’Agenzia atomica delle nazioni Unite, l’egiziano el-Baradei, consegnerà al Consiglio di sicurezza non si hanno finora anticipazioni. Fonti statunitensi si dicono però convinte che sarà negativo per l’Iran, e si preparano a proporre sanzioni. In tal caso Tehran ha anticipato di essere pronta a abbandonare il Trattato di non proliferazione, pur di proseguire nello sviluppo dei propri progetti nucleari.