ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, processo Moussaoui: iniziata la camera di consiglio

Lettura in corso:

Usa, processo Moussaoui: iniziata la camera di consiglio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il destino di Zacarias Moussaoui è nelle mani dei giurati del Tribunale di Alexandria. Per il francese di origine marocchina, unico imputato per gli attentati dell’11 settembre negli Stati Uniti, le possibilità sono solo due: ergastolo o pena capitale. L’imputato si è dichiarato colpevole e ha detto di voler essere giustiziato, mentre la sua difesa ha chiesto di verificare se l’uomo sia in condizioni di intendere e volere.

Oltre al procuratore Raskin, anche i familiari delle vittime dell’11 settembre hanno chiesto la condanna a morte. “Un uomo che sorride della morte di tanti innocenti che diritto ha di restare vivo?”, chiede la portavoce Rosemary Dillard. Pur non avendo partecipato direttamente agli attentati, secondo le indagini il trentasettenne Moussaoui sarebbe ugualmente responsabile della morte di quasi tremila persone per aver taciuto all’FBI dopo il suo arresto, nell’agosto 2001, quanto sapeva degli attacchi imminenti, vanificando con ciò la possibilità di impedirli.