ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il presidente Deby non rinvia le elezioni malgrado il boicottaggio e la ribellione

Lettura in corso:

Il presidente Deby non rinvia le elezioni malgrado il boicottaggio e la ribellione

Dimensioni di testo Aa Aa

Le elezioni presidenziali in Ciad si terranno fra poco più di dieci giorni, come previsto: il capo dello stato Idriss Deby non intende rimandare la consultazione nonostante il clima di scontri e i contenziosi internazionali. Le popolazioni nomadi saranno le prime a votare dal 27 al 30 aprile poi, il 3maggio, sarà la volta di tutti gli altri.

Deby è candidato alla successione di se stesso: per poter essere eletto una terza volta ha fatto modificare la Costituzione. Anche per questo il principale partito di opposizione ha deciso di boicottare le elezioni che, si teme, saranno turbate da una ripresa degli attacchi armati dei ribelli. Il governo ciadiano ieri ha detto di aver ripreso il controllo su tutto il territorio e ha stimato in 70 civili e 40 militari il numero dei morti nei combattimenti di giovedì scorso tra l’esercito e i ribelli del Fronte Unito per il Cambiamento. Il Ciad e il Sudan si accusano reciprocamente di sostenere e armare le rispettive guerriglie.