ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Emergenza Danubio in Romania, Serbia e Bulgaria

Lettura in corso:

Emergenza Danubio in Romania, Serbia e Bulgaria

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ la peggiore piena del Danubio da oltre un secolo, e il livello dell’acqua potrebbe ancora salire. Il fiume, ingrossato da piogge e nevi, continua a tenere in scacco buona parte dei Balcani. In Romania, sono stati colpiti soprattutto i villaggi nella regione sudoccidentale. Qui le autorità hanno preferito provocare delle esondazioni controllate, per evitare danni maggiori nelle aree abitate: un’operazione che ha interessato migliaia di ettari di terreno e costretto ad evacuare centinaia di persone.

“Non possiamo rivivere l’incubo dell’anno scorso” ha dichiarato il governo di Bucarest. I paesi dell’area balcanica si stanno infatti ancora riprendendo dalle inondazioni devastanti che hanno ucciso un anno fa decine di persone e provocato ingenti danni materiali a campagne, case e infrastrutture. In Serbia è stato dichiarato lo stato d’emergenza in dieci regioni. Le acque hanno invaso strade e case a pochi chilometri da Belgrado. Una tendopoli ha accolto i senzatetto. Anche alcune aree della capitale sono finite sott’acqua, la gente ha aiutato le squadre dell’esercito a rafforzare gli argini del fiume. Si aggrava sempre di più la situazione anche in Bulgaria dove molti fiumi hanno raggiunto livelli record. Le acque hanno inondato la parte bassa della città di Nikopol sommergendo la zona industriale, l’ospedale, la scuola e una trentina di case.