ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pasqua, aumentano i consumi di cioccolata

Lettura in corso:

Pasqua, aumentano i consumi di cioccolata

Dimensioni di testo Aa Aa

La Pasqua è una festa dolce. Per i consumatori, finalmente autorizzati a concedersi abbuffate di cioccolato, e per i commercianti, che in questi giorni vedono salire vertiginosamente i loro guadagni grazie alle vendite di migliaia di uova decorate, coniglietti, e di tanti altri dolciumi.

Nel 2005 in Europa il consumo di cioccolata ha visto in testa gli inglesi, che con dieci chili ciascuno hanno speso 6 miliardi e 800 milioni di euro. Anche i francesi si sono dimostrati grandi consumatori con una spesa di 4 miliardi e mezzo, seguiti dai tedeschi e dagli italiani, la cui spesa si è fermata a meno di due miliardi. Gli svizzeri, grandi produttori, nonché inventori del cioccolato al latte, nel 1875, si collocano al sesto posto.

Certo è difficile dire di no guardando certe vetrine, ma i commercianti vogliono comunque sottolineare il carattere simbolico, e non solo consumistico, della Pasqua: “Naturalmente è una festa religiosa, che personalmente ritengo molto importante, ma cio’ che conta della Pasqua è anche il significato di rinascita dopo l’inverno. E’ anche vero che per noi si tratta di un periodo di aumento delle vendite, ma nel mio caso non è questa la cosa piu’ importante” spiega Myriam Wittamer, direttrice dell’omonimo negozio a Bruxelles.

Che si celebri o meno la Pasqua, questo periodo puo’ essere una semplice scusa per lasciarsi tentare e assaggiare almeno un po’ di cioccolata, dimenticando i sensi di colpa.