ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran, el Baredei: "Non ci sono prove che sia stato arricchito uranio"

Lettura in corso:

Iran, el Baredei: "Non ci sono prove che sia stato arricchito uranio"

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è ancora possibile confermare se l’Iran abbia arricchito uranio al 3,5%. Così Mohammed el Baradei, il direttore generale dell’Aiea, in missione in Iran, dove ha incontrato Ali Larijani, il capo negoziatore sul nuclerare iraniano. L’incontro è stato fruttuoso, stando a el Baradei, l’Iran promette collaborazione anche se non rinuncia al diritto di portare avanti il suo programma nucleare. Teheran ha ufficializzato martedì la riuscita di un esperimento di arricchimento dell’uranio al 3,5%. Annuncio festeggiato con solenni cerimonie.

Il presidente iraniano non ha mostrato alcuna intenzione di fare marcia indietro. Mahmoud Ahmadinejad subito dopo l’arrivo di el Baradei ha ribadito che intende installare entro marzo 2007 altre 3.000 centrifughe nel sito di Natanz. El Baradei ha dichiarato che gli ispettori Onu hanno prelevato alcuni campioni per verificare se la soglia del 3,5, necessaria per produrre combustibile per alimentare le centrali, sia stata raggiunta. Gli Stati Uniti invitano il Consiglio di sicurezza a prendere misure decisive, e anche se spingono per una soluzione diplomatica della crisi, lasciano aperta e percorribile l’opzione militare. Dopo l’annuncio di martedì è giunta la condanna anche di Russia e Cina, contrarie comunque all’uso della forza. A fine mese scade l’ultimatum del consiglio di sicurezza dell’Onu che potrebbe decidere di comminare eventuali sanzioni.