ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania, 9 anni all'assassino della sorella per "motivi d'onore"

Lettura in corso:

Germania, 9 anni all'assassino della sorella per "motivi d'onore"

Dimensioni di testo Aa Aa

Aveva scioccato la Germania. Il diciannovenne di origine turca che ha ucciso la sorella il 7 febbraio 2005 per “motivi d’onore” è stato condannato a nove anni e tre mesi di prigione. Assolti invece i due fratelli che secondo l’accusa erano al corrente del progetto omicida.

Il ragazzo sparò alla sorella a una fermata d’autobus perché aveva deciso di andare a vivere da sola con il figlio di cinque anni lasciando il cugino che era stata obbligata a sposare. Da questa decisione la famiglia di immigrati turchi di etnia curda si era sentita disonorata. Il crimine aveva riacceso in Germania il dibattito sulla capacità degli immigrati d’integrarsi nella società tedesca e di osservare le sue leggi. E sul non rispetto dei diritti delle donne da parte degli immigrati di religione musulmana.