ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

11/9, al processo Moussaoui le conversazioni del quarto aereo

Lettura in corso:

11/9, al processo Moussaoui le conversazioni del quarto aereo

11/9, al processo Moussaoui le conversazioni del quarto aereo
Dimensioni di testo Aa Aa

L’aula della corte di Federale di Alexandria in Virginia si è trasformata ieriin una sorta di simulatore del volo 93 della United Airlines che l’11 settembre 2001 non riusci a raggiungere l’obiettivo. L’unico accusato, il francese Zacarias Moussaoui, i giurati e i pochi presenti hanno ascoltato le conversazioni della scatola nera. I passegeri venuti a conoscenza degli attentati contro le torri gemelle hanno capito che il loro velivolo faceva parte del più ampio piano di attacchi e hanno cercato di fermare i terroristi.

Negli ultimi cinque minuti della registrazione si sente il tumulto provocato dai loro tentativi di entrare in cabina e l’esortazione di uno di loro a sopraffare i dirottatori perché “altrimenti moriremo tutti”. Secondo le autorità americane il volo 93, che doveva probabilmente colpire il congresso a Washington, si è schiantato in questo campo nei pressi di Shanksville in Pensylvania. Ma alcune inchieste hanno voluto contraddire questa tesi cercando di dimostrare che l’aereo fu abbattuto da un caccia militare. Comunque sia andata negli Stati Uniti i passeggeri sono diventati gli eroi del volo 93 e il 25 aprile uscirà un film che racconta le loro ultime ore di vita.