ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eads, Caisse des Depots entra nel capitale

Lettura in corso:

Eads, Caisse des Depots entra nel capitale

Dimensioni di testo Aa Aa

La francese Cdc, Caisse des Depots et Consignations, entra a sorpresa nel capitale di Eads. La banca, braccio finanziario dello Stato, acquisterà parte della quota del 7,5% detenuta da Lagardère nel colosso aerospaziale europeo, capogruppo di Airbus.

L’acquisizione fa parte della strategia del governo di Parigi di salvaguardare gli interessi nazionali. Lagardère e la tedesca DaimlerChrysler, insieme allo stato francese, sono infatti i principali azionisti di Eads. Ma l’ingresso di Cdc rischia di sconvolgere il già precario equilibrio tra le partecipazioni francesi e quelle tedesche.

Il capitale del gruppo sarà infatti cosi’ ripartito: DaimlerChrysler avrà una quota del 22,5%, la Francia avrà il 15% che, unito al 2,25% di Cdc e al 7,5% di Lagardère, raggiungerà quasi il 25 per cento. La restante quota rimarrà nelle mani della spagnola Casa e di altri azionisti. Gli interessi tedeschi non saranno cosi’ piu’ alla pari di quelli francesi.

La scorsa settimana sia il costruttore tedesco che la francese Lagardère avevano annunciato la vendita del 7,5% in Eads, facendo scendere in campo Cdc.

Parigi ha a lungo incoraggiato Caisse des Depots et Consignations a puntare su importanti acquisizioni. Airbus è tra le aziende piu’ appetibili grazie all’arrivo sul mercato del megajumbo A380 e di altri velivoli per il lungo raggio capaci di competere col gigante americano Boeing.