ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles blocca gli aiuti all'Anp guidato da Hamas

Lettura in corso:

Bruxelles blocca gli aiuti all'Anp guidato da Hamas

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Unione europea blocca gli aiuti all’Autorità nazionale palestinese. I ministri degli esteri dei 25 a Lussemburgo hanno approvato il congelamento temporaneo dei fondi destinati al governo guidato da Hamas.

Il ministro austriaco degli esteri Ursula Plassnik ha comunque assicurato: “Manteniamo il nostro impegno con il popolo palestinese, e continueremo ad aiutare la popolazione, nelle sue esigenze fondamentali, ma per ora non aiuteremo più direttamente il nuovo governo”.

La sospensione degli aiuti, già approvata dalla Commissione, mira a spingere la formazione radicale islamica a riconoscere Israele, porre fine alle violenze e accettare gli accordi di pace stretti in passato.

Circa 2000 palestinesi sono scesi nelle strade di Gaza, per protestare contro la decisione di Bruxelles, che l’Anp considera un “ricatto”.

Mushir al Masri, portavoce di Hamas :
“Chiediamo all’Europa e alla comunità internazionale di fermare questa escalation di violenza pericolosa e senza precedenti, invece di tagliare i fondi per il popolo palestinese, vittima dell’occupazione.

Il ruolo della comunità internazionale è di aiutare i palestinesi. E il popolo palestinese sostiene questo governo”.

I manifestanti, con bandiere di Hamas, Jihad islamica e Fatah, hanno marciato fino al quartier generale dell’Onu a Gaza, che è stato bersagliato con uova.

Con 500 milioni di euro all’anno, Bruxelles è il primo sostegno finaziario per l’Anp, che si trova sull’orlo della bancarotta e ha difficoltà a pagare i dipendenti dell’amministrazione pubblica.

L’Europa promette di non dimenticare la popolazione palestinese, e intende puntare sulle forme di aiuto umanitario che non passano per le mani del governo ma vanno direttamente alla popolazione.