ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali in Perù, quasi certo il ballottaggio

Lettura in corso:

Presidenziali in Perù, quasi certo il ballottaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Perù vota per eleggere un nuovo presidente. A dirimere la contesa presidenziale, che quasi certamente avrà bisogno comunque di un ballottaggio fra i due meglio piazzati fra un mese, e ad eleggere i 120 membri del Parlamento unicamerale, sono chiamati 16,4 milioni di elettori, di cui un terzo nella capitale Lima.Per raggiungere i restanti due terzi degli elettori le autorità hanno mobilitato tutti i mezzi via acqua e via mare al fine di raggiungere gli angoli più impervi del paese e le zone in cui vige lo stato di emergenza antiterroristica.

Solo tre candidati fra i 24, che si sono presentati all’inizio della campagna elettorale, mantengono vive le speranze di succedere al presidente uscente Alejandro Toledo ed insediarsi nella Casa de Pizarro.Tutti allineati sulla stessa percentuale di voti secondo gli ultimi sondaggi pubblicati all’estero.La partita si è ristretta all’ex colonnello nazionalista Ollanta Humala, inatteso outsider, dell’Unione per il Perù con una strategia molto efficace perché ha saputo sfruttare la corrente di cambiamento, fra progressista e populista, affermatasi in America latina negli ultimi anni. A Lourdes Flores Nano, navigata esponente di centro destra dell’Unione Nazionale e all’inossidabile ex presidente di centrosinistra Alan Gracia.