ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: disperato messaggio dei due tedeschi sequestrati a gennaio.

Lettura in corso:

Iraq: disperato messaggio dei due tedeschi sequestrati a gennaio.

Dimensioni di testo Aa Aa

“Siamo prigionieri da sessanta giorni. Non ce la facciamo più. Per favore aiutateci”. È il disperato messaggio diffuso oggi da Rene Bränlich e Thomas Nitzschke, i due ingegneri tedeschi di Lipsia sequestrati da un gruppo armato nel nord dell’Iraq il 24 gennaio scorso. In febbraio i sequestratori avevano richiesto la liberazione dei prigionieri iracheni e la fine di ogni sostegno tedesco alle truppe angloamericane. Stavolta l’ultimatum si è fatto più pressante. I sequestratori minaccinao di uccidere i due tedeschi se non verranno esaudite le loro richieste.