ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In disaccordo i sondaggi all'uscita delle urne al primo turno delle elezioni politiche in Ungheria

Lettura in corso:

In disaccordo i sondaggi all'uscita delle urne al primo turno delle elezioni politiche in Ungheria

Dimensioni di testo Aa Aa

Due exit poll danno i socialisti al potere in leggero vantaggio. Un terzo sondaggio dà in testa l’opposizione di stretta misura.

8 milioni di cittadini hanno dovuto scegliere, di fatto, fra due contendenti: il premier, leader del Partito Socialista, Ferenc Gyurcsany , 45 anni, ex dirigente comunista divenuto poi imprenditore miliardario. E il leader dell’opposizione conservatrice, ed ex-capo di governo Viktor Orban, che punta sull’alta partecipazione al voto dell’elettorato rurale per aumentare le proprie possibilità di recuperare terreno. In gioco c‘è anche la sopravvivenza del Partito liberale, alleato centrista dei socialisti nella maggioranza uscente, che ha bisogno di superare il quorum del 5% per essere rappresentato in Parlamento. Le elezioni si svolgono in due turni: oggi e il 23 aprile. Nel corso della campagna elettorale, entrambi gli schieramenti in lizza hanno promesso meno tasse e più servizi sociali. Impegni che mal si conciliano con l’esigenza di dimezzare il deficit, passo necessario per poter entrare nella zona euro.