ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Continua l'agitazione in Francia contro il Cpe. Premier: misura necessaria

Lettura in corso:

Continua l'agitazione in Francia contro il Cpe. Premier: misura necessaria

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si placa l’agitazione in Francia contro il Contratto di primo impiego, malgrado un intervento del premier de Villepin per riportare la calma.

I blocchi stradali e ferroviari si sono moltiplicati. A Parigi inaccessibile la Gare de l’est, bloccata dagli studenti, brevi occupazioni dei binari sono state attuate anche nelle stazioni della “Gare de Nord” e Saint Lazar. Proseguono intanto le trattative tra parti sociali e parlamentari dell’Ump,incaricati di concertare gli aggiustamenti alla legge, così come indicato dal Capo dello Stato. Le parti sociali chiedono il ritiro del provvedimento. Una concessione cui non vuole cedere il premier, che nell’intervento di oggi ha difeso la misura che punta al cuore di uno dei principali problemi della Francia: la disoccupazione giovanile. Ma è proprio sul Cpe che de villepin si sta giocando la popolarità in vist delle presidenziali del 2007, che lo vedranno in concorrenza con Nikolas Sarkozy, presdiente del suo stesso partito. Chi governa oggi? E’ sempre Lei o è piuttosto il ministro dell’Interno Nicolas Sarkozy, ha chiesto un giornalista in riferimento alle rivalità interne alla maggioranza. “Il presidente della Repubblica mi ha affidato una missione: quella di portare a termine la battaglia per l’impiego, di rispondere alle preoccupazioni dei cittadini. Una battaglia che porterò avanti fino in fondo”. Le trattative con le parti sociali dovrbbero concludersi domani. Dopo il fine settimana di riflessione, lunedì i sindacati comunicheranno le prossime mosse.