ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, ancora agitazioni contro il CPE

Lettura in corso:

Francia, ancora agitazioni contro il CPE

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuova giornata di sciopero oggi in Francia contro il contratto di primo impiego. La mobilitazione continua ad essere sostenuta dalla maggioranza dei cittadini. Anche dopo le modifiche proposte dal Presidente Chirac, che ha suggerito di preparare una nuova legge in materia, i sondaggi dicono che 6 francesi su 10 appoggiano le proteste. Questo nonostante i disagi ampiamente prevedibili nei trasporti e la chiusura di scuole e banche.Sulla scena politica, il primo ministro Dominique De Villepin viene oscurato dal ministro degli interni Nicholas Sarkozy, che è in primo piano come mediatore. Il leader degli studenti, Bruno Juillard, sottolinea: “Siamo disponibili a discutere, ma a due condizioni: che il contratto di primo impiego non si cominci ad applicare nei prossimi giorni e che la discussione riguardi l’annullamento del Cpe e non la sua modifica.“Alcune Università continuano ad essere bloccate, come a Rennes, dove gli studenti hanno deciso di proseguire la mobilitazione. In altre si notano invece sgeni di malessere. A Lione, un gruppo di studenti che voleva riprendere le lezioni ha forzato il blocco, ma il rettore ha preferito mantenere chiuso l’ateneo per ragioni di sicurezza.