ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

General Motors tenta di uscire dalla crisi vendendo Gmac

Lettura in corso:

General Motors tenta di uscire dalla crisi vendendo Gmac

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel tentativo di uscire dalla crisi, General Motors mette in vendita la sua divisione finanziaria. La casa di Detroit ha raggiunto un accordo per la cessione della quota di controllo di Gmac ad una cordata di investitori capeggiata da Cerberus Capital Management.

L’operazione, studiata da mesi dall’amministratore delegato Rick Wagoner, porterà 11 miliardi e mezzo di euro in tre anni nelle casse di Gm: 8,2 subito. Un’inieizione di liquidità necessaria alla casa automobilistica.

General Motors, infatti, un gigante con un giro d’affari di 160 miliardi di euro e 335 mila dipendenti, nel 2005 ha perso quasi 9 miliardi di euro. Risultati che hanno portato le agenzie di rating a declassarla al livello di “junk”, spazzatura.

Le attività finanziarie che fanno capo a Gmac tuttavia si sono rivelate negli ultimi anni redditizie per General Motors: l’anno scorso hanno registrato utili per quasi 2 miliardi di euro.

Ad andare male infatti è il settore automobilistico, di fronte alla forte concorrenza di Toyota e di altre rivali asiatiche.

E il momento è ora delicato: il pericolo di uno sciopero della ex consociata Delphi, potrebbe spingere General Motors verso la bancarotta.