ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi post-elettorale in Thailandia: creata commissione di saggi

Lettura in corso:

Crisi post-elettorale in Thailandia: creata commissione di saggi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le elezioni anticipate di ieri in Thailandia hanno acuito la crisi in atto da mesi nel Paese.Per uscirne il contestato premier Thaksin Shinawatra ha proposto la creazione di una commissione indipendente e si dimetterà dall’incarico se questa sarà la raccomandazione della commissione.

Una mossa che non è piaciuta ai suoi oppositori, scesi anche oggi pomeriggio in strada per protestare. Oppositori che hanno votato scheda bianca, un voto di protesta contro Shinawatra che ha regalato al partito di quest’ultimo, il Thai Rak Thaim, una vittoria di Pirro. Il boicottaggio attuato dall’opposizione non permette di assegnare la totalità dei 400 seggi del parlamento. In 38 circoscrizioni il voto di protesta non ha consentito di eleggere un solo deputato. Elezioni parziali dovranno essere organizzate in questi collegi che si trovano tutti al sud del Paese, dominato dall’opposizione. Il premier ha comunque annunciato che se il numero delle schede bianche è superiore a quelle ottenute dal TRT, si dimetterà. La minoranza contesta il capo del governo, un ex generale entrato nel mondo degli affari e poi in politica, e lo accusa di conflitto d’interessi e di autoritarismo.