ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bagdad: Rice e Straw premono per un nuovo governo iracheno

Lettura in corso:

Bagdad: Rice e Straw premono per un nuovo governo iracheno

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo governo per l’Iraq: oltre tre mesi dopo le elezioni irachene, il ministro degli esteri britannico Jack Straw e il segretario di stato americano Condoleezza Rice hanno ribadito a Bagdad la necessità e l’urgenza che la classe politica locale formi un nuovo esecutivo funzionante e in grado di mettere fine al vuoto di potere che regna nel paese.

“Gli iracheni chiedono, con ogni diritto, un nuovo governo- dice la Rice. Hanno affrontato il rischio di attentati terroristici per andare a votare. Le forze internazionali, in particolare Stati Uniti e Gran Bretagna, hanno scrificato i loro uomini, quindi penso sia giusto che il processo democratico progredisca rapidamente”. Ieri Rice e Straw hanno incontrato Ibrahim al Jaafari, leader della lista unica sciita vincitrice delle consultazioni e già designato per un nuovo mandato. Jaafari rifiuta di farsi da parte di fronte alle resistenze curde e sunnite a partecipare a un governo diretto da lui. Americani e britannici vogliono che la clase politica irachena metta fine allo stallo e premono, più o meno implicitamente affinché rinunci all’incarico di primo ministro. Jaafari risponde accusando gli americani di interferire con la nuova democrazia irachena assicurando che lotterà fino alla fine.