ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Microsoft-UE: gli Stati Uniti chiedono un processo equo

Lettura in corso:

Microsoft-UE: gli Stati Uniti chiedono un processo equo

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella disputa tra la commissione europea e Microsoft entra in scena anche il governo americano. Un portavoce dell’anti-trust europeo ha confermanto di aver ricevuto una nota in cui Washington chiedeva un trattamento equo per il gigante dell’informatica, che rischia una multa di due milioni di euro al giorno, dallo scorso 15 dicembre, per non aver rispettato il verdetto di due anni fa.

In questa seconda giornata dell’udienza a Bruxelles, il numero 3 del gruppo, Brad Smith, direttore degli affari legali, ostenta sicurezza:

“Giovedí il dialogo è stato molto costruttivo – ha dichiarato. Avrei voluto che questo dialogo fosse iniziato prima. Ma ora sono piú ottimista di quando sono arrivato e penso che si possa arrivare ad una soluzione”

Il gruppo di Bill Gates, chiamato a confrontarsi con alcuni suoi concorrenti, Oracle, IBM, si è detto venerdí disposto a condividere parte dei suoi codici sorgente e ha offerto 500 ore di assistenza tecnica agli autori di software di altri operatori. Una propesta che ha lasciato scettica l’associazione europea per l’interoperabilità dei sistemi informatici.

Nel 2004 Microsoft era stata condannata per abuso di posizione dominante.