ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia: posticipata la cerimonia di investitura del presidente Lukashenko

Lettura in corso:

Bielorussia: posticipata la cerimonia di investitura del presidente Lukashenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Prevista inizialmente il 31 marzo, la celebrazione potrebbe aver luogo entro metà aprile. Lukashenko, al potere dal ’94, è stato rieletto presidente il 19 marzo con l’83% dei voti: un risultato tacciato di brogli dall’opposizione e dagli osservatori della comunità internazionale.

Stamane alcuni sostenitori del presidente si sono riuniti di fronte all’ambasciata polacca per protestare contro le ingerenze di Varsavia nella politica locale. Minsk accusa i governi occidentali e in particolare la vicina Polonia, di voler mettere fine all’era Lukashenko. Lo scutinio ha suscitato una vasta ondata di proteste: la manifestazione pacifica di sabato nella capitale è stata dispersa con violenza. La polizia ha arrestato circa 150 manifestanti: rischiano intorno ai 15 giorni di carcere, nonostante l’appello del Consiglio d’Europa a liberare immediatamente gli attivisti politici e i manifestanti fermati. Si prevede una punizione esemplare per il numero due dell’opposizione, ex rettore dell’Università di Minsk e tra i candidati alle presidenziali Alexandr Kozulin: rischia da tre a dieci anni di carcere per aver organizzato “un’azione collettiva” e per “teppismo aggravato”.