ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: ultimo giorno di campagna elettorale in Israele

Lettura in corso:

Israele: ultimo giorno di campagna elettorale in Israele

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante una leggera flessione, i centristi di Kadima restano in testa, mentre il centro destra lotta contro i sondaggi per catturare una parte di quel consistente 22% di indecisi. Stando alle intenzioni di voto, il Likud di Nethaniyahu uscirà da queste elezioni come terzo partito di Israele. Un panorama ben differente dalle ultime legislative, nel 2003, da cui il centro destra uscì vicitore. Oggi i falchi sentono il peso dell’abbandono del premier Sharon, della campagna condotta dagli avversari di Avodà, i laburisti guidati dall’ex sindacalista Amir Peretz, ma ancora di più del nuovo partito di centro fondato dallo stesso Sharon, Kadima.

Il premier a interim, leader della nuova formazione, Ehud Olmert, propone un piano di “consolidamento”, ovvero lo smantellamento delle colonie isolate della Cisgiordania e il potenziamento di quelle già ben sviluppate. Una politica che sembra ben pagare: Kadima si mantiene in testa ai sondaggi in ampio vantaggio sulle altre due principali formazioni: si aggiudicherebbe tra i 34 e i 36 seggi dei 120 in ballo alla Knesset. I laburisti sembrano oscillare tra i 17 e i 21 seggi, mentre il Likud non supererebbe i 14.