ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Minsk iniziati i processi contro gli oppositori di Lukashenko

Lettura in corso:

A Minsk iniziati i processi contro gli oppositori di Lukashenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Una controprotesta, questa volta organizzata dai sostenitori di Lukashenko, ha avuto luogo a Minsk di fronte all’ambasciata lituana. I membri di un movimento giovanile filo-presidenziale con cartelli e slogan inneggianti a una Bielorussia libera, hanno richiamato l’attenzione dell’ambasciatore che ha voluto incontrarli. Una protesta simile ha avuto luogo di fronte all’ambasciata francese.

L’opposizione comunque non demorde, anche se il movimento di protesta non ha avuto presa tra la gente. Il leader Alexandr Milinkevich ha paragonato il potere di Lukashenko a una fortezza che è ormai assedita. Per la sua presa, ha affermato, bisogna essere in tanti. “Potremo perdere ma non desisteremo, non attenderemo altri cinque anni”. Ex satellite dell’Unione sovietica, la Bielorussia vede al potere da 12 anni il presidente Alexander Lukashenko rieletto con una maggioranza schiacciante di voti due domeniche fa. Oggi sono iniziati i processi contro gli oppositori di Lukashenko arrestati durante il week end e nel corso di tutta la settimana scorsa. Rischiano fino a 15 giorni di carcere. In carcere per le manifestazioni contro il governo, non autorizzate da Minsk, potrebbero esserci 700 persone.