ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sanzioni alla Bielorussia da UE e USA dopo il blitz contro i manifestanti

Lettura in corso:

Sanzioni alla Bielorussia da UE e USA dopo il blitz contro i manifestanti

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bielorussia è sotto la pressione internazionale, dopo l’operazione di polizia della notte scorsa a Minsk, dove centinaia di dimostranti sono stati arrestati. Unione Europea e Stati Uniti annunciano sanzioni contro il presidente Aleksandr Lukashenko, la cui rielezione con l’83 per cento dei voti è stata contestata per 5 giorni dai manifestanti di piazza D’ottobre, sgomberati con la forza.Washington imporrà sanzioni finanziarie e restrizioni nei visti per le più alte cariche dello Stato.

Per l’Unione europea, ha parlato il ministro degli esteri austriaco Ursula Plassnik: “Il Consiglio europeo ha deciso di prendere misure restrittive contro i responsabili della violazione degli standard elettorali internazionali, incluso il presidente Lukashenko”.Il leader dell’opposizione bielorussa, Aleksandr Milinkievic, ha affermato che la manifestazione già programmata per domani si terrà ugualmente, nonostante gli arresti: “Approviamo le sanzioni che sono state adottate da Unione europea e Stati Uniti – ha affermato -, misure efficaci contro chi ha violato le leggi”.

Non è stato reso noto quanti dimostranti siano agli arresti. Probabilmente sonoalmeno 200, ma secondo fonti dell’opposizione potrebbero essere molti di più. Parenti dei fermati stazionano davanti ai centri di detenzione e agli uffici giudiziari dove i manifestanti vengono trasferiti.