ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Bolivia rivendica l'accesso al mare perso nella guerra con il Cile

Lettura in corso:

La Bolivia rivendica l'accesso al mare perso nella guerra con il Cile

Dimensioni di testo Aa Aa

La Bolivia ha celebrato la festa del mare che non ha più da 127 anni ma al quale sembra però tenere più che a ogni altra cosa al mondo. Per questo il presidente Evo Morales ha chiesto all’Organizzazione degli stati americani una riunione urgente per studiare come far riacquistare al Paese l’accesso all’Oceano perso dopo una guerra con il Cile.

“E’ importante fare appello al popolo. In passato i partiti, i dirigenti e i governi hanno fallito. E’ tempo che i negoziati si facciano da popolo a popolo”, ha detto Morales. La ferita tra Bolivia e Cile è profonda, tanto che per la questione marittima dal 1978 hanno rotto le relazioni diplomatiche: nei due Paesi ci sono i reciproci consolati ma non le ambasciate. In segno di distensione Morales ha partecipato a inizio mese alla cerimonia di investitura della nuova presidente cilena, la socialista Michelle Bachelet. Ma alla frontiera rimangono i pannelli che segnalano le mine. La Bolivia imputa alla mancanza di un accesso marittimo parte del suo sottosviluppo e chiede la sovranità, per il momento anche condivisa, su un pezzo della sua antica costa.